Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


mercoledì 19 maggio 2010

Energia dalle onde del mare

L'oggetto generatore è costituito da una boa fissata sul fondo del mare che riesce catturare e convertire l'energia elettrica rinnovabile e pulita delle onde del mare, a basso costo.

Il salire e lo scendere delle onde al largo determina un libero movimento in verticale della boa. Il movimento meccanico risultante viene convertito in energia elettrica attraverso una sofisticata presa di forza collegata ad un generatore elettrico.

L'energia elettrica generata è trasmessa a terra attraverso un cavo elettrico sottomarino.

Per produrre 10 megawatt OPT si occuperebbe solo 30 acri circa (0,125 chilometri quadrati) degli spazi oceanici.

Dei sensori posti sulle boe (PowerBuoy) controllano continuamente le prestazioni dei vari sottosistemi e l'ambiente oceanico che le circonda. I dati vengono trasmessi a terra in tempo reale. In caso di arrivo di onde molto grandi, il sistema si blocca automaticamente e cessa la produzione di energia. Quando l'altezza delle onde ritorna alla normalità, il sistema di sblocca e ricomincia la conversione di energia e trasmissione della potenza elettrica a terra.

Altre caratteristiche descritte sono la robustezza di costruzione in acciaio, l'utilizzo di sistemi convenzionali di ormeggio, semplicità di installazione utilizzando risorse esistenti, imbarcazioni marittime e infrastrutture già esistenti e la possibile scalabilità delle centrali elettriche in grandi dimensioni (oltre 100 MW).

Si può vedere un video esplicativo qui.

.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Buongiorno,
vorrei solo avvertirla di un piccolo errore di traduzione nel articolo.
Quando parla di spazio necessario per produrre 10Mw, nel sito dell'azienda si parla di 30 acri, il che equivarrebbe a 12 ettari = 0,12 km quadrati.
Mi sono accorto del errore in quanto sono molto attento al connubio energia prodotta / superficie occupata.
Le faccio i miei complimenti per il suo blog, e le auguro una buona giornata.

Massimo De Carlo ha detto...

Grazie per la segnalazione dell'errore (corretto adesso) e per l'apprezzamento. Buon proseguimento.