Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


martedì 18 maggio 2010

Colonnine di ricarica per veicoli elettrici a Campi Bisenzio, Firenze

Il comune di Campi Bisenzio promuove il ricorso all'energia alternativa, iniziando dall'installazione di impianti per la ricarica di mezzi elettrici.

La prima colonnina è stata collocata nel parcheggio del centro commerciale I Gigli, dove c'è un grande afflusso di persone. Si trova in prossimità dell'ingresso di Corte Lunga e il servizio di approvvigionamento sarà gratuito per gli utenti, in via promozionale.

L'amministrazione ha in programma di installare in tutto cinque colonnine sul territorio di sua competenza.

L'operazione e' stata resa possibile da un contributo regionale.

I proprietari di auto, bici e motocicli elettrici potranno ricaricare i loro mezzi, dopo essersi registrati ed aver ricevuto un'apposita presa da attaccare all'apparecchio di ricarica.

Tal presa contiene un microchip che rende possibile l'identificazione del titolare dell'abbonamento.

Fonte: toscanatv

Nella foto in alto il titolare dell'azienda produttrice accanto alla sua colonnina intelligente


Cliccare sulle immagini per ingrandire

Continua ad estendersi la rete di colonnine di ricarica in Toscana integrate ad un sistema di ricarica intelligente di controllo.

Firenze è dal 1997 il cento propulsore della rete con oltre 500 punti di ricarica distribuiti in oltre 130 colonnine.

A queste si aggiungono le 4 colonnine di Bagno a Ripoli, sempre nel comprensorio dell'area omogenea metropolitana di Firenze, e queste ultime 5 del comune di Campi Bisenzio.

Seguiranno a breve i comuni di Sesto Fiorentino, Lastra a Signa ed altri in fase di delibere comunali.

L'idea è quella di mettere a disposizione una rete di sistema con almeno una colonnina di ricarica in ogni comune della Toscana per rendere sempre più facile l'utilizzo dei veicoli elettrici in futuro oramai tanto vicino al presente.

Leggere anche:
Colonnine di ricarica, sistemi di ricarica per veicoli elettrici da fonti rinnovabili

.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

domanda:
cosa succede quando qualche imbecille parcheggia la sua macchina normale nei posti riservati alla ricarica?

Silvano Robur ha detto...

Normalmente viene fulminato da una provvidenziale scarica di Zhubon.

Massimo De Carlo ha detto...

In genere i possessori di un veicolo elettrico sono persone equilibrate ed amabili per cui adottano pratiche educative nei confronti dei contravventori: un educato biglietto sul parabrezza della macchina, una telefonata ai vigili urbani per la rimozione (... dopo avere reclamato l'intervento di una entità superiore protettrice dei VE come descritto da Silvano).