Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


giovedì 14 aprile 2011

Conversione elettrica delle auto con motore termico. C'é !

La storia è lunga e la conoscete. 

Ci siamo messi in mente di trasformare le auto, quelle stufe a petrolio  che circolano sulle nostre strade, in auto 'sane' non inquinanti, rispettose dell'ambiente, silenziose, 'educate', consapevoli. Perché rottamare un'auto quando ancora può circolare in ambito cittadino per tanto tempo ancora? Sarebbe uno spreco di energia. Quell'energia impiegata per la realizzazione delle auto euro 'x' non la distruggiamo ma a questa, che si è ripagata negli anni di uso della nostra quattro ruote, aggiungiamo un kit elettrico dopo avere smontato l'inutile, usurato, inquinante motore endotermico. Il retrofit costituisce una buona prassi che segna il passaggio dall'era della mobilità basata sui combustibili fossili ad una mobilità totalmente elettrica. E' uno step ulteriore, democratico, che va oltre quello rappresentato dalla realizzazione dei mezzi ibridi appositamente pensati dalle case automobilistiche tradizionali. (Veicoli elettrici. Il retrofit elettrico: perché è una buona idea). 

Che la trasformazione fosse possibile l'abbiamo ampiamente dimostrato col nostro 'cinquino' la bellezza di quattro anni fa.  La vecchia 500 del '72 blu elettrico trasformata aveva ed ha a bordo un pacco batterie formato da celle ai polimeri di litio che permettono un'autonomia di 100 km e più, una velocità equivalente alla 500 originale (abbiamo mantenuto il cambio) ed il peso del tutto simile. 
Il problema non è la trasformazione in elettrico ma dall'intoppo costituito dalla re immatricolazione. L'Italia è l'unico paese al mondo nel quale non è possibile immatricolare nuovamente una macchina che ha già ottenuto la carta di circolazione da parte della Motorizzazione Civile con su scritto il tipo di motore endotermico e tutto l'ambaradan connesso. Solo in Italia si è costretti a chiedere il permesso alla casa produttrice anche se la macchina è diventata di tua proprietà da 40 anni, cinque o solo un mese. Incredibile ma vero. 
Cosa potevamo fare? Semplice (si fa per dire). Cambiare la legge (sembra facile). La nuova legge l'abbiamo scritta. Incredibilmente abbiamo trovato una sponda in Parlamento. La legge è stata approvata in Finanziaria da due anni. Vittoria! Non proprio. Mancano i decreti attuativi. La legge c'è, è scritta, pubblicata in Gazzetta Ufficiale ... ma inapplicabile.
Non ci siamo dati per vinti. La burocrazia, chiamiamola così per carità di Patria, non ci seppellirà.
L'Italia è lenta? Si. La riomologazione, abbiamo pensato, la richiediamo all'estero.

Risultato?

Adesso abbiamo un modello di macchina (si comincia sempre da qualche parte, da uno o un),  ex  endotermica, che è stata trasformata in elettrica. Ha batterie al piombo e l'opzione agli ioni di litio. E' una macchina moderna (non è il cinquino). Ha due posti. 

I dettagli alla prossima puntata. Preparatevi a fare domande.

.

9 commenti:

roberto B ha detto...

se mi dite che è la smart mi metto già alla ricerca di un buon usato.

Anonimo ha detto...

Circa 10 anni fa feci un colloquio inun'azienda modenese che produceva autobus, tra l'atro anche elettrici (filobus con batterie a bordo in grado di svincolarsi per lunghi tratti dala rete aerea ).
Quando mostrai il mio entusiasmo per quella scelta, con aria di sufficienza, il direttore mi disse che era una nicchia e che sarebbe stata abbandonata.
Dopo qualche anno l'azienda è fallita e sapete quale settore è stato rilevato? Sapete quali mezzi sono ancora in giro?

Naturalmente non mi presero.

Silvano Robur ha detto...

Scusate.
E' forse questa la novità ?

http://www.electricmotornews.com/news-ed-eventi/mercato/nel-2012-incentivi-alle-auto-elettriche

minuz ha detto...

complimenti, è da un bel pò che seguo le vicissitudini del retrofit. Spero solo che questo kit possa essere il capostipite di una serie di altri che possano essere usati su più modelli e in primis su auto come la 500 vecchia

Alessandro ha detto...

Mi accodo a roberto B!

roberto B ha detto...

MASSIMO E CARLO E TUTTI I VOSTRI COLLABORATORI SIETE VERAMENTE DEI MITI ! !

scusate se scopro il mistero ma è in rete !!
http://www.eurozev.org/

StefanoVX1 ha detto...

troppo facile...poi pensate che non vi seguiamo su eurozev :)???
vogliamo dettagli!!! ;)

Anonimo ha detto...

Ho una vecchia cinquecento..... quando si comincia?

Giuseppe ha detto...

sono d'accordissimo, basterebbe anche fare una campagna di di proposta di legge tipo quella dell'abolizione del pagamento della ricarica per i cellulari.