Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


mercoledì 5 marzo 2008

Al Salone di Ginevra Th!nk annuncia una nuova (concept car) 5 posti elettrica

The concept car TH!NK Ox is our latest concept development and the first designated 5-seater fully electric vehicle. 100% emission free, the TH!NK Ox project includes a unique EV platform suitable for a variety of different body styles.
TH!NK Ox is a modular different body styles. A platform concept, designed for electric drive vehicles, for both the European, North American and Asian markets. It is the basis for a variety of vehicle styles, starting with the TH!NK Ox Crossover 5-seater. This is possible due to a space frame concept featuring the main crash structure and the batteries centrally placed in two compartments in the lower frame. The TH!NK Ox Platform design allows two different standards of battery packs: 1- High stack: two compartments, allows use of low cost, high range sodium batteries ; 2 - Low stack: gives space for flat Li Ion packs, allows lower/upper frame for sports car and flat flow applications.

.

7 commenti:

Silvano Robur ha detto...

Questa è una buona notizia. Spero che venga commercializzata al posto di quelle stufe a quattro ruote che ammorbano l'aria delle nostre città !

roberto ha detto...

Si è sempre detto "meglio l'elettric oo almeno un ibrido seriale con motorino endotermico di bassa cilindrata per ricaricare la batterie". Volevo capire meglio una cosa. Ma qual'è il rendimento di un'auto ibrida seriale? Faccio il seguente ragionamento, magari sbagliato: il motore endotermico sbaglio o che trasmetta l'energia alle ruote o che la trasmetta in batterie/motore elettrico l'efficienza non è sempre del 20-30-40% ? A quel punto tanto vale usare un'auto normalissima. C'è qualcosa di sbabliato lo so, se qualcuno mi spiega meglio i vantaggi...

Silvano Robur ha detto...

Ciao Roberto.
Il vantaggio nell'accoppiamento motore endotermico - generatore - batteria - motore elettrico è nel poter ottenere un rendimento maggiore nella trazione.
Il motore termico ha un rendimento variabile che dipende dal numero di giri. La caratteristica meccanica coppia/numero di giri è una curva che prima cresce, si stabilizza a circa 1500 giri per poi decrescere.
La parte decrescente della curva è quella che dà un rendimento accettabile, diciamo per le piccole cilindrate verso i 1800 giri/minuto. Ora se faccio funzionare il motore a numero di giri costante a 1800 giri/minuto accoppiando ad un generatore ecco che avrò ottimizzato il mio rendimento di un buon 30 %.
I normali autoveicoli hanno rendimento del 15 % perchè il loro motore funziona a numero di giri variabile dovendo accoppiare la velocità stradale a mezzo del cambio. In più il motore elettrico deputato alla trazione ha un rendimento superiore all'85 %.
Tutto qui. Semplicemente.

roberto ha detto...

Ho capito perfettamente, grazie mille Silvano!

Fabrizio ha detto...

Ovviamente l'endotermico dovrebbe servire solo per prolungare la percorrenza, quando è possibile conviene sempre attaccarsi alla rete per la ricarica.

roberto ha detto...

Silvano non so se per cilindrate piccole tu intenda 500cc o più basse o più alte, ma immagino che più bassa è la cilindrata e quindi minore è il numero di giri al quale si raggiunge la coppia massima, maggiore è il rendimento? 2 motori da 500cc hanno rendimento maggiore che uno da 1000?
spero di non aver fatto confusione.

Prendo il primo grafico potenza/coppia che ho trovato: http://static.blogo.it/autoblog/audi_q7_v12_tdi_curva.jpg
Il motore ha rendimento maggiore se (a qualunque marcia?) si sta dai 2000 ai 3000 giri/min ? O per consumare meno deve stare sopra i 3500 giri? Faccio confusione perchè si dice che per consumare meno si deve stare con la marcia più alta possibile e di non tirare le marce, quindi stare a giri/min bassi sui 1500-2000...

Silvano Robur ha detto...

Non riesco ad aprire il collegamento. Comunque cormalmente più il motore ha una piccola cilindrata maggiore è il suo numero di giri. Fissiamo dei paletti per la discussione : esiste un certo valore di numero di giri per il quale il rendimento del motore endotermico mi dà il massimo del rendimento. Attenzione : il massimo rendimento non mi coincide con la massima potenza. Mettiamo che il nostro motore endotermico mi dia il massimo rendimento a 2000 giri/minuto. Allora accoppio un generatore che mi produca a 2000 giri/minuto al massimo rendimento la potenza da fornire alla pacco di batterie. Il bello si capisce da sè : il motore endotermico mi funziona sempre a numero di giri costante e sempre al massimo rendimento. Posso usare anche un motore di piccola potenza. Questo perchè il motore elettrico a cui sarà affidata la trazione ha un rendimento ed una curva meccanico che rispetto al motore endotermico è da sogno ! Un motore ad eccitazione separata ha una caretteristica meccanica come una retta inclinata di circa 20 gradi verso l'asse delle ordinate. E' magnifica ! Quando aumenta la coppia resistente, ad esempio mentre sto impegando una salita, il motore diminuisce il numero di giri e mi va in equilibrio fornendomi la coppia motrice uguale alla coppia resistente.
Nel motore a scoppio questo non succede. La caratteristica di un motore a scoppi assomiglia alla gobba di un dromedario. La parte a sinistra è la parte instabile. Infatti il motore a combustione interna ha bisogno di poter funzionare di quell'ordigno infernale chiamato cambio e frizione.
Un motore elettrico non ha bisogno di cambio meccanico. I locomotori elettrici non hanno cambio meccanico.