Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


venerdì 28 marzo 2008

Il parlamento tedesco diventa «rinnovabile»

Tutta l'energia prodotta con fonti rinnovabili. La decisione in linea con le scelte della Merkel. Dalla prossima estate, l'edificio che ospita il Bundestag, il parlamento tedesco, funzionerà completamente con energia rinnovabile. diventerà una bandiera della battaglia ecologica globale che il governo di Angela Merkel sta conducendo. Una sottocommissione parlamentare ha preparato il bando di gara per scegliere una società fornitrice di energia tra quelle che usano solo fonti rinnovabili. La cupola, per dire, è stata concepita come una lanterna, nel senso che nel centro ha un cono che funziona come un faro a rovescio: prende la luce da fuori e la porta dentro. Nelle cantine, invece, è in funzione un co-generatore totalmente alimentato da combustibili rinnovabili: olio di palma, rape, semi di girasole. Questi sistemi, però, producono solo il 40% dell'energia necessaria a fare funzionare luci, riscaldamento, aria condizionata e a fare circolare l'acqua. Il resto verrà comprato dalle nuove società elettriche che funzionano con il vento, con il sole, con le biomasse. Il governo tedesco ha fatto della lotta per la riduzioni di emissioni di gas serra e dell'utilizzo di energie rinnovabili un punto forte della sua politica. L'obiettivo è di portare l'energia «pulita» al 27% di quella totale entro il 2025, dal 13% attuale. E, per questo, ci sono incentivi anche ai singoli cittadini perché producano essi stessi energia solare o eolica, che, se in eccesso rispetto ai loro consumi, possono poi rivendere alla rete elettrica nazionale. Lo stesso Reichstag ha la possibilità di funzionare da piccola centrale elettrica: l'eccesso di energia eventualmente generata può essere immagazzinato 300 metri sottoterra, dove viene inviata acqua calda che poi in inverno viene usata per riscaldare l'edificio, in estate per alimentare un impianto di refrigerazione e condizionamento dell'aria. L'energia può anche essere trasferita ai vicini edifici governativi. La Signora Merkel, inoltre, ha fatto della lotta alle emissioni di gas serra un punto cardine della sua politica estera, nell'Unione europea ma anche a livello internazionale. Durante la presidenza tedesca del G8, nel 2007, questo è stato il punto qualificante. E in ogni viaggio all'estero la cancelliera invita a mettere i cambiamenti climatici in testa all'agenda politica. Una bandierina verde non poteva non essere issata sul Reichstag.

corriere.it

.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti! volevo dirvi alcune cose sull'energie rinnovabili. dunque per quanto riguarda il problema della discontinuità dell'energia prodotta dal fotovoltaico, il problema si potrebbe risolvere semplicemente istallando difronte ai pannelli fotovoltaici delle lampadine a "led" o magari altri tipi di luci artificiali, il consumo delle lampade poste difronte ai pannelli fotovoltaici deve essere il minore possibile dall'elettricità prodotta dai pannelli fotovoltaici, cosi i pannelli fotovoltaici produrebbero più elettricità per 24 ore su 24.
per quanto riguarda l'eolico ed la sua discontinuità in mancanza di vento, il problema potrebbe essere risolto semplicemente istallando difronte alle pale eoliche dei ventilatori, che naturelmente dovrebbero essere di minore consumo possibile dall'elettricità prodotta dalle pale eoliche, cosi anche le pale eoliche potranno produrre più elettricità su 24 ore su 24. dunque tutti possono verificare queste soluzioni cosi semplici anche se più costose per ogni impianto fotovoltaico o eolico, ma con queste soluzioni cosi semplici si potrà produrre più elettricità sommata in 24 ore su 24 di funzionamento continuo, ed non discontinua come sono certe giornate nuvolose o senza vento come ora.
dunque con queste soluzioni cosi semplici ma nascoste dai magnati dei derivati dei petrolieri ed dai nuclearisti ed non solo ecc... dunque con queste soluzioni si potrà essere alla fine indipendenti dal petrolio ed dal nucleare.

Anonimo ha detto...

Caro anonimo non ti rendi conto delle bestialità che hai detto.
Ma ti perdono perché probabilmente non conosci il secondo principio della termodinamica.

Saluti.

Silvano Robur ha detto...

Cos'è ? Un pesce d'aprile ?

Anonimo ha detto...

Ciao! sono quello "anonimo" che forse non mi sono spiegato bene, dunque volevo dire che si può fare funzionare i pannelli fotovoltaici anche con delle lampade o faretti che riproducano la luce simile alla luce del sole, ma che per essere conveniente naturalmente dovrebbero consumare il minore possibile dall'elettricità prodotta dai pannelli fotovoltaici, cosi produrebbero più elettricità sommata in 24 ore su 24 ore di funzionamento continuo, non discontinuo come accade ora. vi faccio un esempio su impianto fotovoltaico di 1kw che potrebbe funzionare per 24 ore continue inbase al tipo di lampade o faretti produrrebbe dai 6kw o 12kw di elettricità al giorno. ed non cosi poca ed discontinua come accade ora.
discorso diverso per un impianto eolico che in mancanza di vento potrebbe funzionare con dei ventilatori, che naturalmente per essere convenienti dovrebbero cunsumare il minore possibile dall'elettricità prodotta dalle pale eoliche, che cosi produrebbero più elettricità sommata in 24 ore di funzionamento continuo, ed non discontinuo come accade ora. dunque prima di giudicarmi dovete ragionare ed provare a sperimentare le cose come diceva il grande Galileo.

Silvao Robur ha detto...

......... caro anonimo, sei forse un cultore del moto perpetuo ?

Anonimo ha detto...

Ciao! sono la "anonimo", dunque volevo dire a "silvano robur" che il suo esempio o teoria non stanno in piedi, dunque smettetela di dire cose scientifiche ma piuttosto cercate invece di sperimentare ed provate magari con semplici oggetti ma che potrebbero magari fare aumentare le prestazioni di un impianto fotovoltaico o magari anche quello eolico.