Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


lunedì 19 maggio 2014

Il maxi scooter elettrico della BMW

Si chiama C Evolution 2014  il nuovo maxi scooter elettrico della BMW.
Ha una  potenza di picco si eleva a 35 kW  e raggiunge una velocità massima di 120 km/h. A batteria completamente scarica il tempo di ricarica con una normale presa di  corrente da 12 A è di circa 4 ore, 3 ore con 16A. Ha il recupero di energia al 50% nella fase di rilascio e completo nella fase di frenata nella cosiddetta modalità 'Road'. Nella modalità  'Eco Pro' l'accelerazione e la richiesta di energia sono limitate, ed il recupero di energia è al massimo livello. Nella modalità  'Sail' il sistema non recupera nella fase di rilascio quindi, non generando campo magnetico, lo scooter continua la sua corsa per inerzia. L'ultima modalità è la modalità 'Dynamic' con la massima accelerazione ed il più elevato valore di recupero di energia.

Il  prezzo di listino è  15.750 euro chiavi in mano ma, come capita per tutti i veicoli elettrici che rientrano nella categoria degli incentivi governativi con i parametri inferiori ai 50 g/km di CO2, può beneficiare degli incentivi previsti dal decreto del ministero in data 3 aprile 2014, potendo accedere ad un contributo del 20% sul prezzo del veicolo, al netto delle imposte, riducendo l'esborso da parte dell'acquirente a 12.415 euro. Mi dicono che è un prezzo in linea con i prezzi di un qualsiasi n maxi-scooter o una maxi-moto. L'autonomia? 100 km, da verificare. Batterie formate da 3 moduli composti da 12 celle litio ioni ciascuno da  60 Ah per un totale di 8 kWh, 133 V, raffreddate ad aria.

Il comunicato stampa della BMW dice:
"The C evolution is powered by a drivetrain swing arm with liquid-cooled permanent magnet synchronous motor via a toothed belt and ring gearing. The rated power output is 11 kW (15 hp), with a peak output of 35 kW (47 hp). This enables the C evolution to achieve a top speed of 120 km/h (75 mph, electronically limited) and gives it better acceleration than some maxi-scooters powered by engines with displacements of 600 cc or more.
The 8 kWh air-cooled lithium-ion high-voltage battery allows the two-wheeler to cover a range of up to 100 kilometers (62 miles) before it needs to be charged from any domestic mains supply. When plugged in to a standard 220V domestic socket with a 12A charge current, recharging fully from empty takes around 4 hours (with 220V / 16A = 3 h)
."

Le specifiche
Cliccare per ingrandire


MondoElettrico è anche su   

.


3 commenti:

david conotter ha detto...

si puo' usare solo nella bella stagione a meno che si sia disposti a farsi venire i reumi, causa l'aria fredda a cui sono soggette le gambe.
Sarà senz'altro un bel giocattolo per adulti, per esibirsi e giocare, non certo per usare in città in tutte le condizioni di tempo, e non per un uso popolare. Avevo visto negli anni scorsi come la bmw si era dedicata alla sicurezza e protezione dalle intemperie e dal mio punto di vista era sulla buona strada (prezzo escluso). Certo non lo compererò, ho altre priorità, prima di tutto il prezzo.

stefano ha detto...

a me il prezzo non pare trascendentale..ovviamente paragonato a roba endotermica dello stesso livello..
il problema è che manco quelli da 3000 euro sono considerati (a torto) per l'uso 'popolare'.
Discutevo ieri con un collega..spostamenti sotto i 15km..esigenze di risparmio di carburante e costi annessi eppure..eppure si è comprato un aggeggio dello stesso prezzo..ovviamente endotermico, nonostante avesse prese di ricarica, anche gratis, a portata di mano..anzi di presa..
credo sempre più che sia quasi esclusivamente una questione culturale..le persone di questi aggeggi al limite ne possono sentir parlare..nulla più.

Massimo J. De Carlo ha detto...

In effetti l'elettrico continua ad essere un problema culturale che è soprattutto indotto dalla pubblicità imperante e soffocante dei produtori dei mezzi tradizionali a trazione termica e dall'assenza di programmazione politica. Tutto ciò offre questi sterili o deboli risultati verso il cambiamento di paradigma.