Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


mercoledì 2 settembre 2009

La ricarica 'furba'

Ford sta sperimentando un sistema di ricarica che dialoga con la rete elettrica per ottimizzare le modalità ed i costi della ricarica delle batterie di un veicolo elettrico.

La tecnologia permetterà all'operatore del veicolo elettrico di programmare quando ricaricare le batterie, quanto a lungo e il momento nel quale (per esempio) la rete sta utilizzando energia prodotta da fonte rinnovabile.

A questo scopo Ford ha ottenuto fondi per 30 milioni di dollari che si aggiungono ai 62,7 milioni che il DOE ha erogato per lo sviluppo di nuovi motori elettrici con elettronica di controllo integrata di cui abbiamo già parlato qui .

Fontre: media.ford.com
.

4 commenti:

Silvano Robur ha detto...

Sarebbe una cosa meravigliosa dialogare con la rete elettrica in tempo reale.

Arrivare una con la propria auto elettrica a casa.

Collegare la presa.

La centralina riconosce che in quel momento tutta la potenza elettrica di casa non è disponibile perchè tua moglie sta usando il forno elettrico che da solo assorbe 1.20 kW.

Meglio effettuare la ricarica dopo le ore 22.00.

Quando la pompa di calore del riscaldamento di casa è spenta perchè ha accumulato calore durante il giorno, quando la temperatura dell'aria è più elevata.

Durante la notte la centralina di ricarica dell'auto dialoga con la rete.

Cerca un fornitore di energia elettrica a più buon mercato. La notte è il momento migliore per fare la ricarica. Esiste un surplus di energia elettrica prodotta dalle centrali elettriche che non possono fermarsi.

Come le centrali a vapore o ciclo combinato turbo - vapore.

Conviene acquistare l'energia elettrica durante la notte.

Ecco !
Trovato !

In questo momento la centralina dell'auto ha individuato un produttore di energia elettrica di Amburgo che produce con impianti eolici nel mare del Nord.

Interessante !

Offre una tariffa estremamente bassa : 0.85 Euro/kWh.

La centralina contratta con il fornitore per una ricarica.

Mi occorrono 10 kWh.

Che mi costeranno alla fine 8.50 Euro.

La centralina dà il consenso.

Vengono trasmessi al produttore gli estremi della Carta di Credito.

Ed inizia il rifornimento.

Alle 6.00 della mattina il rifornimento è terminato.

La centralina trasmette i dati alla Banca per effettuare l'addebito al mese successivo.

Non sarebbe bello ?

Silvano Robur ha detto...

Aggiungo un'altra possibilità di rifornimento : quello per induzione.

Come funziona ?

Supponiamo di aver acquistato la nostra auto elettrica e di voler andare da Roma a Milano.

Sarebbe meglio prendere il treno.

Pazienza : ma al nostro sig. Rossi piace l'auto.

Non può farne a meno : è una protesi del suo corpo.

Allora prende l'autostrada.
Dopo 100 km la centralina dell'auto avvisa che rimango 50 km di autonomia.

Che fare ?

Possiamo fermarci ad una stazione di rifornimento per una ricarica rapida.

Oppure usufruire della ricarica ad induzione.

Come funziona ?

Delle spire di rame sono immerse nell'asfalto.

Percorse da corrente elettrica alternata mi producono un campo magnetico sinusoidale.

Sotto il pianale dell'auto esiste una bobina.

Passando sopra il campo magnetico la bobina sotto pianale produce una forza elettromotrice.

Esattamente come il secondario di un trasformatore.

In movimento si ricaricano le batterie del veicolo.

Senza fermarsi, mantenendosi sulla corsia di rifornimento.

Intanto la centralina dialoga con la società elettrica che fornisce l'energia.

Fornisce i dati della carta di credito del cliente.

Il pagamento verrà effettuato tramite la banca.

Che ve ne pare ?

beppino1985 ha detto...

bhò...mi sembrano quasi discorsi degli anni 60'...quando tutti avremmo avuto una casa sulla luna e marte era a 2 ore di volo!
Pensiamo intanto a metterle sul mercato o retrofittarle.....e poi tutti verrà di conseguenza!
Silvano 1kw 0.85 E...mi sembra un pò caruccia qusta corrente!

Massimo De Carlo ha detto...

Silvano forse è meglio ricaricare la macchina in piazzole di ricarica adatte, quando è ferma. Per la ricarica rapida si protrebbe urilizzare un mix di batterie e supercaps. Tutto il resto è possibile ed auspicabile. manca uno zero? 0,085.