Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


lunedì 16 febbraio 2009

Ecoincentivi, dal Gpl all'assurdo dell'idrogeno


Riporto qui di seguito un estratto dell'articolo uscito su La Stampa online del 14 febbraio 2009.

Ecoincentivi, dal Gpl all'assurdo dell'idrogeno

Spesso ci si irrita o ci si indigna o si resta perplessi nel leggere i provvedimenti che i nostri politici, avvicendandosi ai posti di comando, assumono nel corso del tempo. L’ultimo caso si riferisce al piano di ecoincentivi varato dal Governo a sostegno dell’auto. Qui siamo nella campo della perplessità e non ci riferiamo alla maggiore o minore incisività delle misure assunte (l’importante è che, comunque, si sia finalmente partiti), ma a due aspetti a dir poco singolari. L’inserimento delle vetture a idrogeno nel «pacchetto ecologico» e la disparità di trattamento riservata ai modelli a Gpl (Gas di Petrolio Liquefatto) e a Metano. ......Peccato che la rete di distribuzione del Metano sia assai meno capillare di quella Gpl: ad esempio, in Sardegna non esiste alcun distributore. Così, chi comprerà un’auto a Metano per usufruire dei 5.000 euro finirà per viaggiare soltanto a benzina. L’altra perplessità riguarda l’inserimento nel pacchetto delle vetture a idrogeno e la mancanza di quelle ibride. Cosa vuol dire? Che le ibride sono considerate a tutti gli effetti elettriche? Quanto all’idrogeno, c’è da sorridere. Non esistono in listino modelli di tale tipo ed è certo che in Italia non ne verranno posti in commercio entro il 31 dicembre, quando il piano scadrà. Per ora, esistono concept e flotte sperimentali con veicoli dati in uso con la formula del leasing (il costo è altissimo) a una clientela selezionata. E’ il caso della Bmw Serie 7 o della Honda Fcx Clarity (per Usa e Giappone).
Un inserimento, quindi, un po’ balzano. Ci ricorda un proclama del presidente della Regione Lombardia. Formigoni nel 2005 annunciò che in tempi rapidissimi nel territorio lombardo avrebbero potuto circolare solo veicoli a idrogeno.
L’ignoranza dei politici sul piano tecnico raggiunge l’assurdità.


.

4 commenti:

Stjopa70 ha detto...

L'ignoranza dei politici... e quella del giornalista, che critica l'incentivo all'H2 solo perché auto ad H2 non ci sono nel presente, mentre non sembra rendersi conto che non ci saranno (presumibilmente) mai!!

Su theoildrum un articolo nuovo di zecca sull'efficienza delle auto con varie alimentazioni:
http://europe.theoildrum.com/node/5101
(C'è anche il cinquino in bella posa!!)

Stjopa70 ha detto...

Giusto per ribadire l'ignoranza dei politici... una proposta di legge per incentivare con 20 milioni di euro R&D in idrogeno e biocombustibili:

http://www.repubblica.it/2009/02/motori/febbraio-02/mobilit-ecologica/mobilit-ecologica.html?ref=mothpstr6

MondoElettrico ha detto...

Stjopa70, ho programmato la news per domani con il testo completo del comunicato del relatore presidente della commissione .

Anonimo ha detto...

fiat è leader nel mondo per numero di autoveicoli a metano.....ecco perchè a metano si ed a gpl no!! Comunque una qualche differenza sui residui post carburazione tra metano e gpl c'è.....

G.