Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


martedì 1 aprile 2008

Il parlamento italiano diventa «rinnovabile»

















Pesce d'aprile qualunquista. :-)
.

10 commenti:

Anonimo ha detto...

sig sig!! per un attimo mi hanno brillato gli occhi!!
Finchè ci sono quei dinosauri in parlamento non cambierà niente!!
V2-DAY anche per loro!!!

Anonimo ha detto...

Ciao! sono quello "anonimo" che forse non mi sono spiegato bene, dunque volevo dire che si può fare funzionare i pannelli fotovoltaici anche con delle lampade o faretti che riproducano la luce simile alla luce del sole, ma che per essere conveniente naturalmente dovrebbero consumare il minore possibile dall'elettricità prodotta dai pannelli fotovoltaici, cosi produrebbero più elettricità sommata in 24 ore su 24 ore di funzionamento continuo, non discontinuo come accade ora. vi faccio un esempio su impianto fotovoltaico di 1kw che potrebbe funzionare per 24 ore continue inbase al tipo di lampade o faretti produrrebbe dai 6kw o 12kw di elettricità al giorno. ed non cosi poca ed discontinua come accade ora.
discorso diverso per un impianto eolico che in mancanza di vento potrebbe funzionare con dei ventilatori, che naturalmente per essere convenienti dovrebbero cunsumare il minore possibile dall'elettricità prodotta dalle pale eoliche, che cosi produrebbero più elettricità sommata in 24 ore di funzionamento continuo, ed non discontinuo come accade ora. dunque prima di giudicarmi dovete ragionare ed provare a sperimentare le cose come diceva il grande Galileo.

Anonimo ha detto...

eh si ci sono molti tipi di luci ed lampade o faretti vari in commercio, dunque è possibile fare funzionare ed produrre elettricità dai pannelli fotovoltaici tramite i vari tipi luci di impianti di illuminazione artificiale che inbase al tipo di luci ed alla loro potenza devono essere disposti in modo regolare vicino o difronte ai pannelli fotovoltaici magari per 24 ore su 24 ore di funzionamento continuo.
stesso discorso o quasi per quanto riguarda le pale eoliche, che potrebbero funzionare con i vari tipi di ventilatori di grandi o piccoli dimensioni ed potenza che per tali varie dimensioni o potenze devono essere disposte in modo regolare vicino o difronte alle pale eoliche, che cosi possono funzionare o produrre più elettricità sommata magari su 24 ore di funzionamento continuo.

Anonimo ha detto...

Dunque con queste soluzioni cosi semplici ed artificiali è possibile fare funnzionare i pannelli fotovoltaici anche senza il sole, ma tramite la luce artificiale.
anche le pale eoliche possono funzionare senza il vento, ma tramite ventolazione forzata.

Andrea C. ha detto...

I cambiamenti climatici stanno già facendosi sentire, questo sole primaverile ha picchiato davvero duro. Una vera pacchia per chi ha pannelli solari...

Silvano Robur ha detto...

Giusto Andrea !
Il sole ha sciolto anche il secondo principio della termodinamica.
Ormai possiamo bearci di moti perpetui .....

Andrea C. ha detto...

Nel week end a Torino ci sarà AutoEco 2008, sapete se ci sarà qualcosa di interessante?

Anonimo ha detto...

Ma smettetela di rifugiarvi dietro la cosidetta "termodinamica", ma cominciate a provare ed a sperimentare anche con degli oggetti semplici ma che potrebbero migliorare notevolmente le prestazioni di impianto fotovoltaico ed anche eolico. ed dunque cercate di provare anche con uno oggetto semplice ma che potrebbe cambiare o migliorare notevolmente la nostra vita.

Silvano Robur ha detto...

Caro "Anonimo".
I casi sono due :
a) Ci vuoi prendere in giro : allora ci facciamo tutti una risata e la cosa finisce qui. Ci sei simpatico. Una nota di colore e di comicità in questo blog non guasta.
b) Ci credi veramente : allora la cosa è preoccupante. NON FUNZIONERA' MAI !!!!!!
Supponiamo di avere un pannello fotovoltaico che ti rende un 20 % della potenza entrante sotto forma di radiazione luminosa.
La sua radiazione di 1000 W viene convertita in energia elettrica a 200 W. Con questa alimentiamo una lampada ultraefficente con un rendimento del 100 %(che non esiste) che mi produce una potenza luminosa di 200 W. A questo punto il mio pannello fotovoltaico mi produce potenza elettrica per 40 W visto che il suo rendimento è del 20 %. Allora con questi 40 W vado ad alimentare la mia ultraefficente lampada che mi dovrebbe rendere 1001 W per mettere in circolo la potenza per autoalimentare il tuo trabiccolo.
40 W te li dà la lampada. I restanti 951 W dovi li vai a prendere ? Nella pulsazione del campo magnetico terrestre a 8 Hz ?

Anonimo ha detto...

Ciao! sono la "anonimo", dunque volevo dire a "silvano robur" che il suo esempio o teoria non stanno in piedi, dunque smettetela di dire cose scientifiche ma piuttosto cercate invece di sperimentare ed provate magari con semplici oggetti ma che potrebbero magari fare aumentare le prestazioni di un impianto fotovoltaico o magari anche quello eolico.