Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


giovedì 15 maggio 2014

Veicoli commerciali: crescita del 16,1% nel primo quadrimestre

"Un segnale di buon auspicio per la ripresa dell'economia" afferma il sottotitolo del comunicato stampa dell'UNRAE, per poi continuare così.
A chiusura del primo quadrimestre dell'anno, il mercato dei veicoli commerciali conferma il consolidamento della ripresa.
Secondo le stime elaborate e diffuse oggi dal Centro Studi UNRAE, infatti, le vendite di autocarri con peso totale a terra fino a 3,5t sono cresciute nei primi quattro mesi dell'anno del 16,1%, con 38.368 unità vendute rispetto alle 33.043 dello stesso periodo 2013. Nel solo mese di aprile i 9.862 veicoli immatricolati hanno generato un incremento del 17,1% verso gli 8.419 di un anno fa, registrando – pertanto – il 5° segno positivo consecutivo.
“Il mercato dei veicoli commerciali sta certamente consolidando un recupero importante, dopo le ingenti perdite degli anni precedenti”, ha detto Massimo Nordio, Presidente dell’UNRAE, l'Associazione delle Case automobilistiche estere. “Siamo, quindi, più confidenti che questa crescita possa essere anticipatrice dell'attesa inversione del trend economico e di una ripresa dei consumi che sia, a sua volta, di traino ad una maggiore esigenza di distribuzione delle merci”. “Tra l’altro – conclude Nordio - il settore potrebbe, seppure molto parzialmente, beneficiare dei recenti incentivi BEC alla sostituzione di una parte di quel parco che, secondo le stime del nostro Centro Studi, a fine 2013, contava ancora oltre un milione e 300 mila veicoli circolanti immatricolati prima del 2000, su un parco totale di 3,5 milioni di unità”.


Aiutiamoci con i grafici da noi realizzati per analizzare visivamente l'andamento del mercato e le immatricolazione degli autocarri fino a 35 quintali, un indicatore importante per capire dove va l'economia del paese.


In effetti la crescita c'è ma è solo nei confronti dell'anno precedente.


Le percentuali di crescita degli ultimi 5 mesi sono positive ma, come abbiamo visto nel grafico precedente lo sono in rapporto solo al 2013 e le immatricolazioni numericamente sono assai al di sotto degli anni precedenti.





MondoElettrico è anche su   

.


5 commenti:

stefano ha detto...

si continua a parlare di 'crescita' mentre, notizia di oggi, i fallimenti di aziende nel primo trimestre sono addirittura superiori all'anno scorso..
E' iniziata l'era dei ritorni decrescenti (come direbbe il Prof. Bardi)e anche delle forbici che si allargano..
si continua a vendere roba endotermica col petrolio in salita e con i costi di gestione che sono in pratica sempre alti..e si continua a far affidamento al trasporto su gomma (endotermico) come l'unica realtà che può salvare l'economia (fragile) di questa nazione..
incredibile che non si riesca a riconoscere l'influenza nonostante la febbre a 40°c..

stefano ha detto...

come 'una delle realtà' intendevo..non l'unica..

Massimo J. De Carlo ha detto...

Ecco un tuffo nella realtà (per quello che vale). 10.40 ISTAT Pil torna negativo nel primo trimestre: calo dello 0,1% sul trimestre precedente e dello 0,5% sul primo trimestre del 2013.

mago ha detto...

1300000 veicoli su 3500000 immantricolati prima del 2000? Io non li vedo. Ma ci saranno davvero?

Massimo J. De Carlo ha detto...

Non saprei, ma qua a Firenze si vedono soprattutto nelle prime ore del giorno quando possono accedere dentro la ztl.