Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


giovedì 26 agosto 2010

In Giappone le poste preferiscono le auto elettriche convertite

Le poste giapponesi, Japan Post Service Co., hanno deciso di rinnovare la flotta dei loro veicoli di cui un terzo sarà costituita di veicoli elettrici, 1.000. Dopo varie prove hanno disposto di far ricadere la loro scelta su un veicolo derivato da uno tradizionale endotermico al quale il costruttore ha semplicemente sostituito l'ambaradan endotermico con un sistema di trazione elettrica e aggiunto le batterie al litio per ricavare l'energia sufficiente per avere una percorrenza intorno ai 100 chilometri quotidiani per una ricarica di 8 ore. L'auto elettrica è derivata da un van già commercializzato dalla Fuji Heavy.
La scelta è ricaduta su questo veicolo convertito per il fatto che il costo del prorotto risulta essere del 20-30% circa inferiore rispetto agli altri veicoli progettati e nati per essere elettrici.

Fonte: nikkei.com

Il passo ulteriore, più economico, sarà quello proposto dalla nostra Eurozev, di convertire cioè le auto già circolanti su strada nella versione 'stufa a petrolio' in auto elettriche. Ci arriveremo!

Leggere anche:
- 500 convertita
- ConversioneRetrofit
.

3 commenti:

Mauro ha detto...

Assurdo.
Una conversione artigianlale che costa meno di un lavoro di serie!!
..
Secondo me se FIAT vendesse un kit di conversione per le sue vecchie auto Euro 0 quadagnerebbe in immagine e in $$$

Defcon1970 ha detto...

Infatti lo è, assurdo. Non si parla di conversioni o "retrofit". Si parla di una revisione progettuale di un mezzo nato endotermico e ridisegnato elettrico tenendo a base la stessa carrozzeria, sospensioni, parte degli impianti, ecc. per una produzione in serie limitata.
I costi di una catena di produzione completamente nuova non possono essere messi in ammortamento per 1000 soli esemplari. E' analogo al Piaggio Porter in versione elettrica che esiste da anni. E che in anni - visto il costo proibitivo, la limitata autonomia e la contemporanea velocità max limitata - la Piaggio ne ha venduti una manciata solo alle ASL toscane.

Anonimo ha detto...

Anche la micro vett li produceva fino a poco tempo fa; ora sono stati sostituiti da un nuovo tipo di veicolo, ma si trovano degli usati.