Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


venerdì 11 febbraio 2011

L'anomalia del Cip 6

Sfogliando i documenti nel sito Terna ho estratto e messo nel grafico la produzione mensile di energia elettrica del famigerato Cip 6 degli ultimi due anni.

Cliccare per ingrandire

In questo grafico vediamo in un sol colpo quanta energia elettrica viene prodotta dalle fonti rinnovabili e quanto dalle fonti assimilate. 


Cliccare per ingrandire

In modo barbaro, surrettiziamente, sono state inserite tra le fonti d'energia incentivabili con i contributi economici statali le cosiddette fonti “assimilate”, di tutto, di  più, di peggio ovvero soprattutto scarti di raffineria petrolifera e rifiuti non biodegradabili (gomma, plastica etc.). Ciò significa che sono supersovvenzionate e superpagate fonti  coi nostri soldi nonostante siano "supersporche", a scapito delle vere fonti rinnovabili pulite.

Cosa è il Cip 6?  “fonti rinnovabili e assimilate”. Leggere qui: Lo scandalo CIP6

-

5 commenti:

Mauro ha detto...

Non solo bruciano roba "sporca" e non rinnovabile...
Ma distruggono materie prime che presto ci mancheranno!

Silvano Robur ha detto...

Incredibile : bruciamo preziossimi polimeri !

Per rivarne cosa ?

Diossina !

Defcon1970 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Defcon1970 ha detto...

Nel 2000 (quindi un anno prima dell'estensione del CIP6 anche agli scarti di raffinazione) sono stato per una settimana di lavoro (sempre TLC, tranquilli...) nello stabilimento SARAS a Sarroch (CA), la raffineria della famiglia Moratti.
Uno stabilimento enorme che raffina il 15% del petrolio che arriva in Italia e molto ben gestito.

Spostandomi all'interno dello stabilimento, rigorosamente a piedi e sempre accompagnato da qualche dipendente SARAS, mi meravigliai vedendo nuova fiammante una centrale termoelettrica che mi pareva troppo grande per le esigenze interne dello stabilimento. Chiesi lumi al dipendente che beffardo mi disse: "Lì ci andranno gli scarti di raffinazione che son troppo pesanti e contaminati da non poterci fare neppure il bitume. Quando l'accendiamo, dal prossimo anno ci potenziamo l'Inter, sai quanti Ronaldo si possono comprare!" Lì per lì, sinceramente non capii fino in fondo cosa intendesse, solo molto dopo. A giudicare dai risultati dell'Inter ce ne hanno bruciati parecchi di scarti.

Massimo J. De Carlo ha detto...

"Lì ci andranno gli scarti di raffinazione che son troppo pesanti e contaminati da non poterci fare neppure il bitume. ..." . Naturalmente ciò che esce dalle ciminiere è aria di montagna. Naturalmente i fumi saranno perennemente controllati. in che mani siamo caduti.