Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


lunedì 23 giugno 2014

Negli USA la richiesta di petrolio e l'offerta a Maggio

Diamo una sbirciata al mercato US per quanto riguarda la produzione di petrolio e derivati con i dati pubblicati a fine settimana scorsa dall'API, l'associazione nazionale che rappresenta tutti i segmenti del settore del petrolio e del gas naturale americani.

Il titolo del comunicato "Higher Petroleum Demand in May Outpaced by Production"

Le consegne totali di petrolio negli Stati Uniti  è aumentato 1,9 % da maggio 2013 con una media di 18,9 milioni di barili al giorno il mese scorso. Questo è da considerare  il livello più alto delle consegne di maggio in sei anni. .
La domanda di benzina ha guadagnato 3,6 % da maggio 2013 per 9,3 milioni di barili al giorno, il livello più alto per il mese dal 2007. La domanda  di jet fuel è aumentata dello 0,6 % e per i distillati del 5,2 % rispetto all'anno precedente con media giornaliera di 1,4 milioni di barili  e appena sotto 4,0 milioni di barili, rispettivamente.
Le consegne di carburante residuo è sceso rispetto allo stesso periodo del 13,5 % a un record minimo storico di 186 mila barili al giorno, e la domanda di "altri oli" è scesa 1,1 % rispetto ai livelli di un anno fa.

La produzione di petrolio greggio degli Stati Uniti è aumentato del 14,7 % rispetto allo scorso maggio a 8,3 milioni di barili al giorno, il livello più alto per il mese dal 1987. Secondo gli ultimi rapporti da Baker-Hughes, Inc., il numero di piattaforme petrolifere e di gas negli Stati Uniti Maggio è di 1.859 unità, in aumento di 24 rispetto al conteggi da aprile, e dal 92 conteggi da maggio 2013. Questo è  il numero più alto dal settembre 2012.
Le importazioni totali in media appena al di sotto di 9,6 milioni di barili al giorno di maggio, un calo del 4,5 % rispetto all'anno precedente.
Le importazioni di petrolio greggio sono scese 1,9 % rispetto allo stesso periodo di 7,6 milioni di barili al giorno. Entrambe le cifre rappresentano i livelli più bassi di maggio in 19 anni. Le importazioni di prodotti petroliferi sono diminuite del 13,2 % rispetto allo scorso anno al livello più basso in 18 anni le importazioni a 2,0 milioni di barili al giorno.
La produzione di benzina è salita a un nuovo massimo storico di 10,3 milioni di barili al giorno - la prima volta sopra 10,0 milioni di barili al giorno - pari ad un aumento del 10,9 % rispetto al maggio 2013. La produzione di combustibile distillato ha raggiunto il livello di uscita più alto mai registrato per il mese di maggio. L'aumento del 5,0 % rispetto all'anno precedente sollevò la produzione di distillati a poco più di 5,0 milioni di barili al giorno. Con 16,1 milioni di barili al giorno, gli ingressi lordi raffineria degli Stati Uniti sono aumentate del 2,4 % rispetto allo scorso maggio al più alto livello per il mese dal 2005. Esportazioni di prodotti petroliferi raffinati sono cresciuti del 10,9 % rispetto all'anno precedente media di 3,8 milioni di barili al giorno, segna un record delle esportazioni per il mese.
Il tasso di utilizzo della capacità di raffinazione è di 89,7 %,  in media, in maggio su una capacità utilizzabile di  17,934 milioni di barili al giorno.
Le scorte di petrolio greggio finito a 382,9 milioni di barili, in calo del 2,4 % rispetto all'anno precedente. Le scorte di benzina del motore sono diminuite del 3,6 % rispetto allo scorso anno a 213,7 milioni di barili maggio. Per il distillato, jet fuel e "altri oli"  le scorte sono scese tutte rispetto un anno fa.

API - WASHINGTON, 19 giugno, 2014 



MondoElettrico è anche su   

.


1 commento:

mago ha detto...

cala l'importazione, aumenta la produzione, ma suona a morto ugualmente.