Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


martedì 17 giugno 2014

Veicoli commerciali +15,3% a Maggio

Il titolo del comunicato stampa dell'UNRAE  è piuttosto rassicurante per quello che sembra essere un anno di riscossa dopo tanti mesi di segni negativi sulle percentuali di immatricolazioni dei mezzi da lavoro: "5^ crescita per i veicoli commerciali nel 2014: +15,3% a maggio"
Il comunicato continua così.
I risultati del mercato dei veicoli commerciali (autocarri con peso totale a terra fino a 3,5t), secondo le stime diffuse oggi dal Centro Studi UNRAE, indicano per maggio ancora una crescita del 15,3% e 10.565 veicoli immatricolati, rispetto ai 9.163 di un anno fa.
Con la quinta crescita consecutiva dell'anno, pertanto, il cumulato 2014 segna 49.022 unità vendute e un incremento del 16,2%, rispetto alle 42.205 immatricolate nel gennaio-maggio 2013.

“Importante è questo recupero dei veicoli commerciali dopo il lungo periodo di calo – ha detto Massimo Nordio, Presidente dell’UNRAE, l’Associazione delle Case automobilistiche estere - ed è apprezzata la delibera del Comune di Roma che ha approvato i nuovi incentivi all'acquisto di autocarri a basso impatto ambientale. Ora sarebbe bene che anche altri Comuni Italiani potessero seguire l'esempio della Capitale per conseguire un tangibile miglioramento della logistica nelle città in termini di efficienza nella distribuzione delle merci e dell'impatto ambientale”.
Intanto, fonti ministeriali confermano che i veicoli commerciali prenotati con gli incentivi BEC sono ancora nulli, in particolare rispetto ai 206 veicoli immatricolati lo scorso anno, sono solo 2 le immatricolazioni registrate a fine maggio.



Aiutiamoci con i grafici da noi realizzati per percepire visivamente l'andamento del mercato e le immatricolazione degli autocarri fino a 35 quintali, un indicatore importante per capire dove sta andando l'economia del nostro Paese.

In effetti pare di visualizzare una stabilizzazione delle immatricolazioni piuttosto che una crescita se guardiamo il grafico che mette in sequenza i dati mese per mese a partire dal Gennaio 2009.


Con il grafico dei mesi raggruppati per anno solare notiamo che l'appena trascorso mese è il penultimo tra i 'maggio' degli ultimi 6 anni, ben staccato dai mesi degli anni precedenti.




 Le percentuali positive in blu degli ultimi 6 mesi sono positive segnano una tendenza ma i numeri, come abbiamo visto sopra sono ben lontani da quelli degli anni precedenti


e lo vediamo meglio con l'ultimo grafico che prende in considerazione i primi 5 mesi dei sei ultimi anni.


Inseriamo infine un'altra tipologia di grafico prendendo in considerazione le immatricolazioni nei dodici mesi precedenti di ciascun mese partendo dal dicembre 2009  che è da considerare come sommatoria che va da gennaio 2009 al mese di riferimento, e così via fino ad oggi di 12 mesi in 12 mesi progressivamente.


Ritorno a dire che non è il caso di farsi grandi illusioni, ancora siamo ben lontani dal considerare positivi quei segnali che ci arrivano dai dati sensibili della salute economica nazionale. Vale la pena ricordare quanto abbiamo rilevato sui 'segnali' presi in considerazione nel mese di giugno relativamente a quanto accaduto a maggio. Ovvero:

- Scendono i consumi petroliferi italiani nel mese di maggio del 6%, i carburanti del 2,7%
- Il consumo di gas continua a scendere anche a Maggio : - 2,4 % circa
- Consumi di energia elettrica in Italia, una frana continua: -2,9% a maggio 2014

- Senti senti! Torna a flettere il mercato dell'auto a maggio (-3,8%)
- Autostrade su e giù
- Le due ruote, immatricolazioni a Maggio, le moto -11,7%, ciclomotori -27,3% !




MondoElettrico è anche su   

.


1 commento:

mago ha detto...

nel giro di 6 mesi nel centro del mio paese hanno aperto 4 bar e un eurospin. E chissà quante attività da giovani coll'aiuto dei nonni e genitori. Un pò di furgoni ci vogliono, poi si vedrà. Se è una bolla prima o poi scoppierà.