Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


lunedì 2 giugno 2014

Il consumo di gas continua a scendere anche a Maggio : - 2,4 % circa

Abbiamo i dati del consumo di gas a Maggio, seppur provvisori, pubblicati puntualmente dalla Snam.

A Maggio sono stati consumati, 3.653,5 milioni di metri cubi di gas contro i 3.742,2 milioni di metri cubi dello stesso mese di Maggio del 2013 con una diminuzione di circa il 2,4%. E' dal Marzo del 2013 che la diminuzione è costante e continua mese dopo mese con la sola eccezione del Novembre 2013.

La produzione nazionale passa da 653 milioni  di metri cubi dello scorso anno a 595  milioni  di metri cubi, ciò significa l' 8,8 % in meno dell'anno passato .

Per i dati ufficiali del Ministero dello Sviluppo Economico dovremo aspettare ancora un po' in quanto sono stati resi pubblici i dati relativi al mese di Marzo del 2014 soltanto poche ore fa.

Qui sotto il grafico da noi realizzato con i dati forniti dalla Snam. E' evidente la progressiva riduzione del consumo, il livello più basso degli ultimi dieci anni, mai stato a livelli così bassi da quando registriamo i dati dal gennaio 2006 .


  Per una migliore comprensione riportiamo il grafico solo degli ultimi 4 anni.



Vediamo anche il grafico (da noi realizzato) relativo alla produzione nazionale di gas. Sempre più in picchiata. Ne sono stati prodotti 595 milioni di metri cubi .



Dato che Snam pubblica i dati parcellizzando i settori di utilizzo quali quello termoelettrico e industriale, continuiamo la nostra disamina con i nostri grafici degli ultimi 10 anni.

Vediamo una impercettibile risalita nel settore industriale ma è evidente la profondissima sofferenza in rapporto agli altri anni, segno che il minor consumo significa una produzione e conseguentemente regressione e minore ricchezza del sistema nella sua complessità nazionale.

Il settore industriale  in sequenza  mensile

 e suddiviso per anni solari


Stesso discorso vale per il settore termoelettrico dove rileviamo che lo scorso mese di Maggio 2014 è il peggiore degli ultimi 10 anni se non fosse per una   impercettibile risalita, ma di poco,  rispetto allo stesso mese del 2013. E' da rilevare quanto siano lontani i mesi degli anni passati.



  I segnali di una ripresa non ci sono, nemmeno quelli di una ripresina .... anzi. Auguri a tutti noi.


MondoElettrico è anche su   

.


3 commenti:

mago ha detto...

tutto nell'industriale, nente nel termoelettrico. Indi richhezza prodotta -, risparmio 0.

Massimo J. De Carlo ha detto...

Apprezzabile ottimismo. Ma...

mago ha detto...

o realistico pessimismo. Non sono nemmeno accettabili aumenti di consumi per produrre, ma figuriamoci per consumi superflui.