Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


venerdì 16 ottobre 2015

Le rinnovabili e la produzione nazionale di energia elettrica a Settembre

Ieri abbiamo visto i consumi di energia elettrica in Italia a Settembre, oggi concludiamo l'argomento trattando la produzione nazionale di energia elettrica, l'analisi delle rinnovabili nel contesto produttivo.

Prima di tutto, la produzione nazionale

Nel mese di settembre 2015 la domanda di energia elettrica è stata soddisfatta per l’87,2% con produzione nazionale e per la quota restante (12,8%) dal saldo dell'energia scambiata con l'estero.
In dettaglio, la produzione nazionale netta (23,2 miliardi di kWh) è in aumento dell’1,5% rispetto a settembre dello scorso anno.

Sono in crescita le fonti di produzione:
eolica (+27,9%),
fotovoltaica (+8,4%),
geotermica (+5,4%) e
termoelettrica (+2,5%).

In calo la fonte idroelettrica (-11,9%).

 I nostri grafici 

 Per aiutarci nella comprensione con un semplice sguardo abbiamo realizzato come al solito, alcuni grafici.

La produzione nazionale dal 2009 per anno solare ...

... e in sequenza mensile.

   
Il grafico seguente rappresenta l'andamento della produzione nazionale nei 12 mesi precedenti alla rilevazione del mese di riferimento.

 
Qui sotto è la quantità di energia termoelettrica rapportata a tutte le rinnovabili .


 
La produzione fotovoltaica negli ultimi anni suddivisa per anno solare.

 
La produzione eolica negli ultimi anni suddivisa per anno solare.


Il grafico seguente, di forte Terna, mette in risalto la componente rinnovabile (idroelettrica + eolico/solare), nei primi 9 mesi dell'anno in corso, che vale il 30,6%





MondoElettrico è anche su   

.


2 commenti:

roberto ha detto...

idroelettrico sempre col segno meno. c'e' sempre meno acqua

Daniele Zanetti ha detto...

No, non c'entra niente. L'anno scorso e' stato un anno estremamente piovoso, dove si sono segnati i record di produzione idroelettrica, da quando esiste l'Italia. Quest'anno è nella media e si chiuderà l'anno secondo me, in maniera positiva Da notare che l'indice di producibilita' e' comunque in crescita e la fonte micro e pico idroelettrico e' costantemente in aumento. Quindi, grossi problemi in tal senso non ne vedo.