Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


lunedì 23 aprile 2012

Zero Emission Community per i veicoli elettrici in città

Ci sono segnali per una rinascita di  Zero Emission Community che per lungo tempo era rimasta vigile ma silente. Cosa è Zero Emission Community? 
Zero Emission Community (ZEC) è un'associazione indipendente e senza fine di lucro tra liberi cittadini per la salvaguardia e lo sviluppo di una mobilità civile che non inquini e che possa far muovere le persone nelle città, eliminando il rumore e le emissioni dannose alla salute. 
ZEC ha un 'decalogo' che rileggiamo insieme per vedere se è ancora attuale o ha bisogno di qualche aggiornamento.

CHARTA DEI VEICOLI ELETTRICI

1. INQUINAMENTO
perché comunque con emissione zero si possono risolvere l problemi dell'inquinamento atmosferico nei centri urbani
2. EFFICIENZA
perché comunque il motore dei v. e. è più efficiente
3.RAZIONALIZZAZIONE DEI CONSUMI ENERGETICI (elettricità)
perché i v.e. vengono ricaricati di notte, quando una gran quantità di energia elettrica non viene utilizzata e qualche volta sprecata e/o dissipata. Non si aumenta di un chilowatt la potenza delle centrali elettriche
4. DIPENDENZA ESTERA DEL PETROLIO
più veicoli elettrici vengono utilizzati meno veicoli con motore endotermico circolano, realizzando un doppio vantaggio minor inquinamento, minor consumo di derivati del petrolio
5. INNOVAZIONE TECNOLOGICA
L'Italia nel campo dei veicoli elettrici è all'avanguardia mondiale e deve restarvi strategicamente. Riconversione dei motori termici in elettrici
6. SVILUPPO ECONOMICO SOSTENIBILE – CREAZIONE POSTI DI LAVORO
perché l'innovazione tecnologica legata alla produzione di v.e. mantiene e può creare posti di lavoro. Per innescare economia di scala e per far abbassare i costi dei v.e.
7. RUMORE
pressoché azzerato
8. CAMBIAMENTI CLIMATICI E PROTOCOLLO DI KYOTO
Raggiungimento dell'obiettivo con la diminuzione delle emissioni di anidride carbonica (CO2) causa dell'effetto serra
9. QUESTIONE SANITARIA
le emissioni dei veicoli col motore a scoppio sono: cancerogene, provocano malattie cardiocircolatorie, provocano allergie, diminuiscono le aspettative di vita e la qualità della vita
10. COSTI SOCIALI
Per ogni litro di carburante si ha una ricaduta in costi sociali da 1,5 euro a 8,4 (calcolo approssimativo della UE).
Per costi sociali si intendono: morti precoci, ospedalizzazioni, cure farmacologiche per malattie, danni ai monumenti e loro manutenzione continua
Perché aderire a Zero Emission Community – ZEC
Perché ha come scopo l'interloquire con i Comuni, le Province, le Regioni e lo Stato per stimolare e realizzare le 'buone pratiche' del muoversi oggi. Zero Emission Community per formare un osservatorio sulle buone prassi che riguardano la mobilità che non inquina. Aderire alla Zero Emission Community significa essere d'accordo sui punti sopra in elenco e contribuire semplicemente col siglare apportando la propria firma al presente decalogo lasciando un recapito per le comunicazioni, preferibilmente fax o e-mail, si può aderire a ZEC anche per seguire gli incontri, i seminari e i convegni sui temi della mobilità ecocompatibile, oppure si aderisce semplicemente per portare suggerimenti e soluzioni, l'adesione a ZEC è gratuita e non comporta nessuna spesa economica e nessun tipo di responsabilità economica o giuridica, ma si può aderire, se lo si ritiene opportuno, anche versando un contributo.
Obiettivi, anche voi potete aggiungere il vostro segnalandocelo: incentivare l'utilizzo dei veicoli elettrici; acquisizione di veicoli elettrici da parte degli enti pubblici e privati e amministrazioni; creazione di provvedimenti, delibere, ordinanze, leggi e normative pro-veicoli elettrici; disincentivare l'utilizzo di veicoli inquinanti rumorosi e fumosi (senza discriminare tra più o meno inquinanti); allontanamento progressivo dal centro cittadino di veicoli inquinanti e utilizzo esclusivo di v.e. in ZTL; incentivare la nascita di imprese per creare posti di lavoro su mobilità elettrica per: trasporto merci, trasporti pubblici, R & S, produzione, noleggio, car sharing elettrico; incentivi per lo start up di imprese che utilizzino e/o producano veicoli elettrici o componenti per v.e., ecc.; parcheggi gratuiti; diffusione di colonnine di ricarica sul territorio; agevolazioni per la realizzazione delle infrastrutture di ricarica nei principali centri urbani, sia all'interno di edifici pubblici che privati; obbligo di riconvertire il 100% delle flotte 'endotermiche' della Pubblica Amministrazione con veicoli elettrici o ibridi; pubblici; innovazione tecnologica; creazione di posti di lavoro; informazione con la messa a disposizione, da parte dei Comuni, di loro canali col promuovere dimostrazioni di veicoli e infrastrutture pubbliche di ricarica.
ADERISCO a Zero Emission Community - ZEC senza impegno economico e senza nessun tipo di responsabilità e sono d'accordo e condivido ciò che è trascritto di sopra .

MondoElettrico è su   

-

4 commenti:

Enzo Ceroni ha detto...

Per avere un vero abbattimento delle sostanze inquinanti la produzione elettrica deve arrivare da fonti rinnovabili, inoltre è vero che se poche persone ricorrono all'elettrico non si deve aumentare la produzione elettrica, ma se diventa una popolazione allora le cose cambiano.

Massimo J. De Carlo ha detto...

Enzo,
si parla di emissioni locali, converrai che sono zero in città.

raimondo ha detto...

A proposito di conversione di auto elettriche è stato pensato da qualcuno un ricorso all'antitrust europeo contro la burocrazia italiana e il sistema di omologazione italino che di fatto impedisce la riconverione delle auto a combustone in elettriche?

Massimo J. De Carlo ha detto...

Si, ma si è rivelato essere un muro di gomma.