Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


mercoledì 4 febbraio 2015

Il consumo di gas nel settore industrale ed elettrico? Eccola la sorpresina, la ripresina non si vede

Ci eravamo lasciati l'altro giorno, dopo avere visto l'aumento del consumo di gas del 2,6% in Italia a Gennaio, con una domanda su quale poteva essere stato il consumo nei due settori importanti quali segnali dello stato di salute della nostra economia, industriale e elettrico: Avremo qualche sorpresa?
C'era da aspettarsi almeno una crescita nel consumo di gas nel settore industriale considerando che i nostri (al governo) stanno sbandierando a destra e a manca, segnali di una ripresa, prudentemente considerata sia pur lieve.

Manco per sogno! La ripresina non c'è, la ripresina non si vede. Una crescita è evidente ed è quella della cifra dopo il segno meno.

I nostri grafici realizzati con i dati Snam e ministeriali lo mettono in chiara evidenza senza bisogno di tante parole.

Nel settore Termoelettrico vediamo che il pallino rosso è più in basso della posizione raggiunta nello stesso mese dell'anno passato quando già, oltretutto, al livello più basso degli ultimi 10 anni.


Altrettanto chiaro è il grafico che traccia i consumi dei precedenti 12 mesi rispetto al mese di rilevamento.


Il settore industriale


 Il corrispondente grafico che traccia i consumi dei precedenti 12 mesi rispetto al mese di rilevamento


Ovviamente, no? Ricordiamo la situazione degli occupati e dei disoccupati?



Ricordiamo la situazione della produzione industriale?




Ecco!


MondoElettrico è anche su   

.


3 commenti:

Daniele Zanetti ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Daniele Zanetti ha detto...

Si sapeva ancora dall'anno scorso, che i mesi di gennaio, febbraio e luglio 2015, per forza di cose dovremo consumare più gas in rapporto all'anno scorso. Questo per motivi dovuti principalmente al clima. il 2014 era un annata un pò particolare. Detto ciò, è evidente che stiamo dismettendo le centrali termoelettriche a gas, a favore delle bioenergie-rinnovabili e al carbone.La cosa impressionante è la velocità con cui lo stiamo facendo. Nel 2006 le centrali a gas producevano 160 TWH anno,nel 2014 si dovrebbero attestare sulle 85 TWH anno. (dati provvisori)

federico ha detto...

perchè continuare a illudersi?
l'indice di trasporto merci su nave ha toccati i minimi del 1986..
se l'Italia è un disastro per molte ragioni..il mondo non sta seguendo altre direzioni se non quella della scarsità di risorse e penuria energetica

http://intermarketandmore.finanza.com/baltic-index-nuovo-collasso-ai-minimi-dal-1986-70996.html