Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


sabato 2 giugno 2012

L'Italia demotorizzata, continua ad affondare l'auto, -18,8% nel 2012

Il mese scorso  l'UNRAE (Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri) titolava il proprio comunicato stampa  "SCACCO ALL'AUTO!" quando si prese conoscenza dei dati relativi alle immatricolazioni delle auto emessi da sito ufficiale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Il titolo del comunicato di ieri sui dati di Maggio è altrettanto segnato dalla drammatica  realtà di un settore che non fa intravvedere 'segni di ripresa' ? no,  non fa intravvedere 'segni di un rallentamento del crollo': E' DEMOTORIZZAZIONE. La prima volta dell'Italia nella storia dell'automobile. Prosegue: Ormai è certo: il parco automobilistico italiano sta calando. E’ una conseguenza – ha commentato il Presidente Jacques Bousquet – degli insostenibili costi di gestione dell'auto che gravano sui bilanci delle famiglie. Inoltre, l'attuale sistema fiscale frena anche il rinnovo dei parchi aziendali, ... il Governo non riesce ad intervenire con tempestività sul rilancio del settore e dell'economia.

Per quanto riguarda la tradizionale analisi dei dati di vendita di auto nuove nel mese di maggio, secondo quanto comunicato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, le 147.102 vetture immatricolate segnano una riduzione del 14,3% rispetto alle 171.559 di un anno fa. Tale risultato porta così i primi 5 mesi dell'anno ad una flessione del 18,9% e 684.962 vetture targate. Segnali negativi anche dalla raccolta ordini che evidenzia 124.000 contratti in maggio, in flessione di circa il 21% e che porta il cumulato dei primi 5 mesi a 665.000 ordini, il 20% in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con una riduzione – quindi – del portafoglio totale dall'inizio dell'anno di circa 20.000 unità.

Si è accentuata in maggio la tendenza allo spostamento degli acquisti verso alimentazioni a basso impatto ambientale, a scapito di quelle a benzina e diesel, che scendono rispettivamente del 23,8% e 20,5% nel mese e del 28,5% e 20,7% nel cumulato, come logica conseguenza dell'eccessivo rincaro dei costi dei carburanti. Viceversa, da sottolineare la forte crescita del GPL (+166% in maggio e 108% nei 5 mesi), che si avvicina nel mese alla soglia delle 15.000 unità (14.164 per l'esattezza) con una quota di mercato del 9,6%, a cui si affianca l'incremento del metano (+46%), delle vetture ibride (+50%) e delle elettriche (+56%).

Inversione di tendenza anche per il mercato dell'usato che ha registrato nel mese di maggio 380.007 passaggi di proprietà, al lordo delle minivolture, in calo del 9,2%, mentre le 1.788.234 vetture trasferite nei 5 mesi, segnano un calo dell’11,6%.


Beh, prevediamo che anche la crescita delle immatricolazioni delle auto elettriche e ibride subirà una battuta d'arresto nel mese di giugno per i motivi che abbiamo esposto nel post dell'altro giorno.

Per chi si dovesse divertire a vedere il crollo dell'auto non deve fare altro che sintonizzarsi su questo canale a metà del mese quando usciranno i dati forniti dall'Unione Petrolifera sui consumi dei carburanti del mese di Maggio, ricordando che i dati di Aprile continuavano ad essere in picchiata (CROLLO!! I consumi petroliferi italiani nel mese di Aprile 2012: - 14,1%).


MondoElettrico è anche su   

.

2 commenti:

stefano ha detto...

notizia assolutamente incredibile e inaspettata!!
i dati di marzo, che avevo analizzato come un pazzo, facevano vedere una leggera ripresa del circolante..sopratutto perché il saldo acquisti/demolizioni era positivo (e lo era stato anche in febbraio..) al contrario di gennaio..
possiamo quindi certificare che il picco dell'auto sia avvenuto in aprile..e che quindi da maggio iniziamo la discesa..
vediamo cosa riserva il futuro..col petrolio tornato sotto i 90$ per cercare di razzolare un po' di soldini..
ovviamente un grazie! per la notizia..
ciao.

Enzo Ceroni ha detto...

sarebbe bello vedere la correlazione tra il prezzo della benzina e le vendite di gpl+metano+ibride. E sarebbe interessante anche un grafico con il confronto delle vendite tra benzina e diesel con le altre per far vedere il trend di mercato delle alimentazioni alternative