Veicoli elettrici - mobilità - tecnologie - ambiente - energia rinnovabile. L'esaurimento delle risorse e le conseguenti ripercussioni politiche ed economiche rendono necessario ridurre la dipendenza dall'importazione di prodotti petroliferi e spingere quindi verso lo sviluppo di fonti energetiche alternative. I veicoli elettrici possono utilizzare tecnologie e risorse nel modo più efficiente.


martedì 21 gennaio 2014

Giapponesi non ficcate il naso nella politica energetica nucleare

L'Asahi Shimbun online del 19 gennaio riferiva che 455 assemblee locali giapponesi hanno approvato e confermato in dichiarazioni scritte di essere contrarie al nucleare e chiedevano l'abolizione della produzione di energia nucleare.  Le richieste non hanno un valore giuridicamente vincolanti, né i destinatari (Governo) sono obbligati a rispondere, ma i politici devono accettare il fatto che quasi il 30% delle amministrazioni locali hanno intenzione di sfidare la volontà politica e di ficcare il naso nella politica energetica anche se è una questione nazionale.  Il governo potrà ignorare queste richieste?

Ad esempio, l'assemblea comunale di Kochi ha agito subito dopo il Grande Terremoto del Giappone orientale e tsunami dell' 11 Marzo 2011 (in particolare Fukushima) chiedendo una drastica revisione della politica energetica nazionale nucleare sulla base del fatto che "la tecnologia non è una di sicurezza", e le centrali nucleari rimangono "vulnerabili ai disastri naturali." L'assemblea della prefettura di Nagasaki ha chiesto di non contare sulla produzione di energia nucleare nel proprio territorio come zona colpita che ha sperimentato gli orrori della radioattività.
Il modo con cui si genera energia elettrica influisce direttamente sulla vita dei residenti e non riguarda solo il pericolo delle radiazioni per le comunità situate vicino alle centrali nucleari.  Ne terrà conto il governo nazionale?

MondoElettrico è anche su   

.


2 commenti:

Alessandro Pulvirenti ha detto...

Il problema è che senza il nucleare, il costo dell'importazione delle fonti energetiche diventa insostenibile per il Giappone.
La Bilancia commerciale va in negativo e ripresa scompare.

Sempre e solo convenienza economica.

Massimo J. De Carlo ha detto...

Convenienza apparente. Appena smantellano le centrali e lo dovranno fare presto, il nucleare gli costerà tanto da far loro rimpiangere la vita agreste e la pesca con la lenza del passato.